L’AltroParlante. Quotidianità emozionata dalle parole di chi la vive

Saul Steinberg, illustratore (1914-1999)

AltroParlante è un gioco di parole. E’ un modo per accogliere parole di altri, un modo per amplificarle, sostenerle. Un modo per connettere fili altrimenti disgiunti e scoprire trame inattese, misurare il lavoro, incoraggiare scambi e nuove reciprocità.

L’Altro Parlante è uno spazio, un progetto rivolto a quanti, collaborando con PensarEmozioni, facciano esperienza di emozioni da pensare e del desiderio di condividerne un resoconto.

Pazienti, colleghi, tirocinanti che si ritrovino a sorprendersi dell’utilità del pensare le emozioni nel lavoro, a scuola, in famiglia, ma anche al mercato o sul bus, ovvero in tutti i contesti in cui ci si ritrovi a fare convivenza.

Pensare emozioni nei contesti di convivenza a cui si partecipa non è solo una esperienza soggettiva, intima, ma anche un atto pubblico, politico, con cui ci si occupa di simbolizzazioni condivise e realtà, utile ai rapporti entro cui si dispiega, ma anche preziosa occasione di sviluppo per chi partecipa a quei rapporti leggendone la storia, per chi intercetta nelle parole del resoconto emozioni, problemi, possibilità a cui interessarsi, sentirsi vicini, in cui riconosce un’utilità.

per i contributi clicca qui